| ITA | ENG | FRA | DEU

di Mario Perrotta

terzo movimento

CHIASSO CONTINUO - TONI AL CONFINE
24 aprile 2015

Chiasso continuo - Toni al confine
Progetto Ligabue - terzo movimento
24 aprile 2015


"Chiasso continuo - Toni al confine" è il primo dei due grandi eventi che chiuderanno il Progetto Ligabue dedicato al pittore nato a San Gallo e vissuto a Gualtieri.
La scelta del confine italo-svizzero di Chiasso, dove Antonio Ligabue trascorse due mesi nell'attesa di essere definitivamente espulso dalla Svizzera all'età di 19 anni, si carica di drammatica attualità in una quotidianità, che vede lo stesso tratto di frontiera abitato da uomini, donne, bambini in fuga, in transito, sospesi e appesi al confine tra l'attesa di un territorio di accoglienza e la paura di un nuovo esilio.

con I Violini di Santa Vittoria, Cantieri Meticci, Ensemble da camera "Glass Armonico" e gli attori Valentina Maselli, Alice Pavan, Livio Remuzzi, Paola Roscioli e Mario Perrotta

scarica la cartolina


In caso di maltempo lo spettacolo si terrà nella Sala Diego Chiesa in via Soave a Chiasso.
In caso di tempo incerto telefonare al 1600 o al +39 389 / 5571313 a partire dalle ore 17.00

prevendita sul sito www.luganoinscena.ch
prenotazioni tramite il sito www.festivaldinarrazione.ch


Cantieri meticci         I Violini di Santa Vittoria         Glass Armonico

I Violini di Santa Vittoria nascono nel 2001, come parte musicale di un più ampio progetto di recupero storico del ballo liscio reggiano. Si legano ad una tradizione lontana che risale ai primi decenni dell'Ottocento, quando cominciano a diffondersi nelle campagne emiliane nuovi balli di origine popolare. Sono il valzer, la mazurca, la polca. Musiche che arrivano da lontano e che subito innestano le loro melodie, i ritmi, e soprattutto un nuovo modo di fare musica, sul tronco di una cultura arcaica e contadina. Nasce il liscio e a Santa Vittoria di Gualtieri (RE) questa nuova tradizione musicale prende la forma di un fenomeno unico nel suo genere. Si suona con gli strumenti ad arco, in piccoli gruppi orchestrali di cinque elementi che prendono vita quasi in ogni famiglia. Sul finire del secolo questo piccolo borgo ha già assunto i contorni della leggenda, diventando nella grassa immaginazione degli uomini della bassa il Paese dei Cento Violini. I Violini di Santa Vittoria sono gli unici rappresentanti di questa memoria musicale.

Cantieri Meticci Ć una compagnia teatrale composta da circa 40 attori/operatori provenienti da tutto il mondo che promuove l'incontro, lo scambio e la conoscenza di culture diverse tramite lo strumento teatrale. Dal 2004 ha avviato percorsi teatrali principalmente dedicati ai richiedenti asilo e rifugiati ospiti dei principali centri di accoglienza bolognesi e migranti. Da anni la Compagnia organizza performance teatrali co-progettate con i migranti su temi sociali; lo spettacolo "Il Violino del Titanic" Ć stato premiato con menzione speciale al Premio Internazionale Il Teatro Nudo di Teresa Pomodoro e invitato al Festival Internazionale di Volterra e al Festival Sabir a Lampedusa. Cantieri Meticci fa parte della rete europea Migrating Theater, rete mutliculturale di giovani artisti provenienti da esperienze diverse che promuove workshop e spettacoli sull'immigrazione europea ed internazionale. Ha inoltre preso parte a numerosi progetti finanziati dall'Unione europea, raggiungendo anche i paesi di provenienza degli attori, quali ad esempio Palestina, Brasile, Iran e Marocco.

Glass Armonico - Il gruppo vocale Glass Armonico nasce nel 2009 dall'incontro tra la passione per il canto di alcuni coristi, attivi a Milano, e la volontà di approfondire un repertorio vario anche in collaborazione con ensemble strumentali. Il repertorio di Glass spazia dai madrigalisti del '500 ai barocchi e ai classici fino all'esecuzione di brani di autori contemporanei. L'ensemble è diretto dal M° Anita Dordoni, diplomata in violino con Felice Cusano e canto lirico con Edith Martelli al Conservatorio G. Verdi di Milano.